condividi    

Elenco paesi

bandieraMALAWI

Foto: Archivio COOPI - Utilizzo di energie alternative per l'avvio di attivit generatrici di reddito (2011).

COOPI presente in Malawi dal 1999.
Il Malawi ha uneconomia essenzialmente rurale, caratterizzata per dalluso di mezzi e tecnologie superate e poco efficienti. La mortalit, e non solo quella infantile - che ha raggiunto un tasso altissimo (11,2%) -, risente pesantemente della seconda piaga che affligge il Paese: lAids. Il virus continua a colpire la popolazione con dati che danno al Malawi il triste primato africano. Data la gravit della situazione, COOPI interviene nel Paese in maniera molto diversificata.
In ambito agricolo, grande importanza stata data alla conservazione delle risorse naturali, promuovendo, nel distretto di Kasungu, lapplicazione di tecniche e sementi locali mirate alla conservazione del suolo e della sua fertilit. Per ripristinare invece la sicurezza alimentare del distretto di Salima, colpito dalle inondazioni, sono state organizzate attivit formative per 6 Comitati della protezione civile e 4 organizzazioni di paese, attraverso le quali sono state introdotte nuove tecniche agricole, sementi di variet di mais a ciclo breve e altre colture, utensili e materiale per lirrigazione. Inoltre, sono state realizzate piccole attivit di manodopera indirizzate agli individui pi vulnerabili, per stabilizzare le sponde dei corsi dacqua.

In ambito sanitario, gli interventi si sono concentrati sulla prevenzione della malaria su donne e bambini, mediante lorganizzazione e la realizzazione di incontri, campagne di sensibilizzazione diffusione delle buone pratiche con oltre 200 volontari e operatori. Inoltre, per aumentare la linformazione su come prevenire la malattia, sono state realizzate attivit di comunicazione diversificate, che vanno dalla realizzazione di video e poster al teatro, alla scrittura di brevi saggi.

Strettamente connesso con lambito sanitario, lintervento effettuato nel distretto di Salima e nellarea di Lilongwe, focalizzato sui servizi igienico-sanitari: COOPI ha rafforzato 14 Care Group Model, gruppi di 10 volontari comunitari formati per mobilitare le comunit e diffondere buone pratiche igieniche e nutrizionali.
La maggioranza degli interventi di COOPI in Malawi si inserisce nellambito delle prevenzione disastri. In questo settore, si stanno ponendo le basi per ottimi sviluppi futuri, grazie allintroduzione di nuove tecnologie aventi grandi potenzialit applicative. Nellarea di Salima, colpita dalle inondazioni, si lavorato per rafforzare la capacit delle comunit e delle autorit locali di far fronte ad eventuali emergenze, mediante il consolidamento e lo sviluppo di collegamenti tra le istituzioni; inoltre sono stati istruiti 15 Comitati della protezione civile in materia di gestione dei sistemi per lallerta precoce e per il primo intervento, secondo piani di emergenza elaborati con le comunit locali; in pi, sono stati equipaggiati 5 punti di evacuazione con servizi igienico-sanitari di base, medicinali e materiali di primo soccorso. Allintroduzione di tecnologie innovative in questo settore COOPI sta dando ampio spazio, come testimoniato dal progetto regionale che comprende Malawi, Madagascar, Mozambico e Isole Comore. Questo progetto mira a creare gli strumenti necessari per la gestione dei disastri, mediante la mappatura satellitare di zone di pericolo con il sistema informativo geografico (GIS). stato creato, inoltre, un database regionale multilingue per la sistematizzazione e la condivisione dei dati raccolti; in questo modo, i partner coinvolti possono trovare un valido supporto nel fronteggiare le emergenze ambientali. Nellambito del progetto DISCOVER, invece, che verr realizzato nel solo Malawi e si protrarr per i prossimi anni, previsto il coinvolgimento delle comunit e delle strutture del governo locale, per sviluppare soluzioni innovative imprenditoriali sostenibili, rispetto ai cambiamenti climatici. Lattenzione per lintroduzione di tecnologie innovative e di pratiche sostenibili dal punto di vista ambientale emerge anche dal progetto realizzato nel Distretto di Kasungu , che prevede la dotazione di energia elettrica ottenuta da fonti sostenibili quali solare e biocarburanti, per rinforzare la produttivit agricola delle comunit rurali e creare piccole attivit generatrici di reddito. Inoltre, lenergia cos prodotta servir anche ad alimentare strutture pubbliche, quali scuole e centri sanitari.

cartina