Niger: una formazione professionale per tutti
16-04-2018 | di COOPI

Niger: una formazione professionale per tutti

Fati, Aichatou, Wodi e Youra sono i nomi di alcuni dei venti giovani che il progetto di COOPI finanziato da AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo), che accompagna in un percorso personalizzato di inserimento professionale.

Quattordici di loro frequentano dal mese di Gennaio il Centro di Formazione ai Mestieri di Diffa, che li formerà in sartoria, falegnameria e saldatura. La scuola ospita i ragazzi della Regione di Diffa che vogliono apprendere un mestiere pratico ed essere autonomi, in un contesto già complesso, in cui l’accesso al lavoro si è ulteriormente ridotto a causa della persistente situazione di insicurezza.

Al termine di una formazione intensiva di tre mesi, che alterna lo studio della teoria alla pratica in presenza di insegnanti e persone specializzate in ciascun settore, COOPI li supporterà nella creazione di una cooperativa, o cosiddetto “gruppo di interesse economico”, e nella creazione di atelier che permetteranno loro di avviare subito una piccola attività commerciale insieme. Alcuni dei giovani formati sono stati individuati tra i ragazzi che hanno frequentato i centri di alfabetizzazione che COOPI costruisce e gestisce nella Regione de Diffa, per offrire loro un’opportunità lavorativa a conclusione del loro ciclo di studio.

Altri sei beneficiari portatori di handicap sono sostenuti in un percorso formativo di nove mesi all’interno del centro professionale di Kollo, nel Dipartimento di Niamey. I ragazzi sono stati identificati in collaborazione con le autorità locali ed in particolar modo con il supporto di Mr. Yacouba Warou, il responsabile regionale dell’associazione dei portatori di handicap che li ha anche accompagnati nel viaggio al Centro di Formazione di Kollo, distante 1.500 km da Diffa.

Mr. Nasser, il direttore del centro di Kollo gestito da UNAN (l’Association National des Aveugles du Niger) era entrato in contatto con COOPI per iniziare una collaborazione in altri ambiti, ma quando ci ha parlato cosi’ appassionatamente del suo centro per ciechi e portatori di handicap visivo abbiamo pensato che fosse un’occasione formativa importante per i nostri ragazzi.

COOPI li supporta economicamente con il pagamento delle tasse di iscrizione e del trasporto da Diffa a Niamey; UNAN, invece, mette a disposizione degli insegnanti specializzati e l’ospitalità nel centro di Kollo provvisto di un dormitorio, servizio mensa e assistenza sanitaria. Il percorso formativo di nove mesi prevede non solo dei corsi in tessitura, fabbricazione di cosmetici e giardinaggio ma anche l’alfabetizzazione, l’apprendimento del linguaggio braille e sensibilizzazioni sulla vita associativa.

-Floriana Bucca