Cosa Facciamo

Diamo assistenza alle famiglie venezuelane in transito in Perù

El contenido de este sitio también está disponible en español. Pasar a español

A seguito del forte afflusso di migranti venezuelani verso il Perù, generato dalla crisi sociale ed economica del Venezuela da cui fuggono milioni di persone alla ricerca di un futuro migliore e più dignitoso, COOPI implementa interventi di prima emergenza nel Centro binazionale di assistenza in frontiera (CEBAF).

Qui promuove attività di sensibilizzazione sull’importanza dell’igiene personale, rivolte a bambini e bambine ed i loro genitori, in collaborazione con Unicef. 

COOPI garantisce inoltre il transito ordinato e sicuro dei migranti venezuelani alla frontiera nord del Perù.

Il progetto portato avanti da COOPI, “Sostenere i bambini migranti e le loro famiglie in condizioni di vulnerabilità nel nord del paese per preservare il loro stato di salute” intende garantire un’accoglienza sicura ai bambini e alle bambine delle famiglie venezuelane che attraversano la frontiera tra Ecuador e Perù e vengono accolti nel Centro di Assistenza Binazionale alle Frontiere (CEBAF), vicino Tumbes, al nord del Perù.

Le azioni rivolte alla popolazione migrante vanno in due direzioni: da una parte hanno l’obiettivo di informare e preparare le famiglie alle tappe successive del viaggio verso altre città nel paese e dall’altra formano la popolazione sulla scala delle priorità in base ad aspetti essenziale per salvaguardare la propria salute, come la cura dell’igiene personale, attraverso la sensibilizzazione, la distribuzione di kit di igiene per adulti e bambini e l’uso di docce nella stessa struttura del CEBAF.

Da settembre del 2018, più di 10.000 famiglie (31.558 individui) hanno beneficiato della distribuzione di kit di igiene personale, mentre più di 10.000 persone hanno ricevuto informazioni generali sulle migliori pratiche di igiene personale per ridurre l’esposizione ai rischi alla salute, durante il loro viaggio.


Il progetto è finanziato da: