Iraq. Accesso sicuro ad acqua pulita per 16.500 persone
13-03-2020 | di COOPI

Iraq. Accesso sicuro ad acqua pulita per 16.500 persone

A partire da ottobre 2019, COOPI interviene in Iraq con un nuovo progetto che ha l’obiettivo di fornire un accesso sicuro e dignitoso ad una quantità sufficiente di acqua pulita ai 16.500 abitanti dei villaggi di Geresh e Albo Tumma nel distretto di Beygee, a est di Tikrit.

Il progetto intitolato “Sostegno in materia di acqua e servizi igienico-sanitari per gli sfollati più vulnerabili nei campi dei governatorati di Diyala e Baghdad e fuori dai campi a Ninewa, Salah Al Din e Al Anbar” è finanziato dall’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (OCHA) tramite il Fondo Umanitario per l’Iraq (IHF).

Per supportare le comunità irachene maggiormente colpite, sono anzitutto previsti interventi strutturali volti a riparare ed estendere i sistemi di trasporto dell’acqua, danneggiati dal conflitto e da anni di mancata manutenzione. Inoltre, saranno svolte nelle scuole numerose campagne di sensibilizzazione su un corretto uso dell’acqua, dando particolare attenzione a tematiche quali l’igiene femminile e la sostenibilità ambientale. Infine, tutte le famiglie dei villaggi identificati riceveranno ciascuna un kit igienico specifico, il cui contenuto verrà stabilito sulla base di consultazioni con le autorità locali e le famiglie stesse.

Il costante interscambio con le comunità locali è stata la chiave per il successo dei precedenti interventi di COOPI nel paese. Una best practice che si è deciso di rafforzare ulteriormente attraverso la selezione di sei persone nei villaggi identificati che dovranno svolgere un ruolo fondamentale nella mobilitazione della popolazione e nella diffusione dei messaggi chiave su igiene e sostenibilità.

Ad oggi COOPI ha portato a termine le fasi preparatorie dei lavori di riabilitazione, i quali, nonostante i rallentamenti dovuti alle precarie condizioni di sicurezza delle zone oggetto, verranno portati a termine nel mese di giugno. Al contempo, lo staff locale ha identificato le scuole nelle quali verranno svolte le sessioni di sensibilizzazione di modo da aumentare la partecipazione da parte della popolazione beneficiaria e, in collaborazione con le comunità locali, ne ha stabilito il contenuto. I temi trattati comprenderanno le buone pratiche di igiene personale e igiene mestruale, di raccolta e gestione dell’acqua, e di sostenibilità ed igiene ambientale.

Nonostante la scadenza prevista per giugno 2020, COOPI è determinata a continuare a supportare le comunità vulnerabili nel governatorato di Salah al Din anche nei mesi seguenti. Questo sarà possibile grazie ad una forte ed estesa capacità operativa nel governatorato, garantita dalla presenza di un ufficio nella città di Shirqat che consente al personale un accesso rapido e costante alle zone più bisognose.