Mali, azione rafforzata contro la malnutrizione
27-08-2018 | di COOPI

Mali, azione rafforzata contro la malnutrizione

Nell'ambito del programma di lotta contro la malnutrizione infantile avviato nel 2013 in Mali dall’ONG COOPI, l’Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo (AICS) ha finanziato un progetto che ha per obiettivo il consolidamento delle capacità del Distretto Sanitario di Segou, del personale medico-sanitario e di tutti gli attori coinvolti (autorità sanitarie, locali e comunità) di sostenere le attività di sensibilizazione, di screening e di presa in carico dei bambini al di sotto dei 5 anni affetti da malnutrizione grave.

Le attività iniziate il 16 Gennaio 2018 stanno ottenendo buoni risultati e termineranno come previsto il 15 Ottobre 2018.

Ad oggi il progetto ha formato 569 leader comunitari sulle tecniche di screening per l’individuazione della malnutrizione infantile. I leader comunitari, a loro volta, hanno formato 5.391 donne allattanti e in età fertile sull’individuazione dei sintomi della malnutrizione e sull’uso dei bracciali MUAC per determinare la presenza della malnutrizione. Inoltre i leader comunitari hanno sensibilizzato più di 14.000 persone attraverso visite domiciliari sulle cause e sui segni clinici della malnutrizione al fine di facilitare l'auto-diagnosi dei bambini che soffrono di malnutrizione.

Anche nelle strutture sanitare gli agenti di COOPI hanno sensibilizzato 2.406 madri e accompagnanti sulle tecniche di misurazione del perimetro brachiale, sulle buone pratiche di alimentazione del neonato-bambino, sull’allattamento al seno, la pianificazione familiare e le pratiche igieniche per prevenire le patologie legate alla malnutrizione come la malaria e malattie diarroiche. All’interno dei Centri di Salute Comunitari, 2.317 madri e accompagnanti hanno beneficiato dei kit di igiene composti da saponi solidi, liquidi e in polvere, recipienti e acquatab per purificare l’acqua.

Formazione delle madri

702 donne con difficoltà di allattamento sono state supportate nelle strutture sanitarie con sessioni di sensibilizzazione sulle pratiche di allattamento al seno raccomandato fino a 24 mesi.

15.128 donne incinte e allattanti sono state sensibilizzate sull'uso di alimenti complementari per i bambini dopo i 6 mesi di vita, l'assunzione di cibo equilibrato e diversificato preparato con prodotti locali.

Queste attività di sensibilizzazione e screening hanno contribuito notevolmente al miglioramento dei casi di malnutrizione identificati all’interno delle comunità e trattati nei Centri di Salute della zona, alla prevenzione dei casi MAS e alla riduzione del tasso di abbandono delle cure.

Su 3.313 casi MAS previsti, sono stati individuati e presi in carico 2.817 casi, ovvero l'85% delle previsioni iniziali. Ad oggi, il programma ha curato con successo fino alla guarigione 2.472 bambini MAS, di cui 182 con complicazioni.

Durante le attività del progetto sono state effettuate regolari  visite di supervisione formativa congiunta da parte del personale tecnico-sanitario del Distretto Sanitario di Segou e dello staff COOPI presso i Centri di Salute Comunitari (CSCOM) e durante le attività dei gruppi di nutrizione in 48 villaggi. Le supervisioni si sono svolte in 20 Aree di Salute con l’obiettivo di migliorare le attività nutrizionali, le capacità dei Direttori Tecnici dei Centri e la qalità della presa in carico della Malnutrizione Acuta Severa (MAS) dei bambini al di sotto dei 5 anni.

Effettuare delle supervisioni formative congiunte ha permesso di rafforzare e consolidare i risultati delle formazioni, controllare e promuovere la corretta gestione dei protocolli nazionali per la presa in carico della malnutrizione all’interno delle strutture sanitarie e integrare le attività nutrizionali  nelle funzioni dei responsabili sanitari e delle comunità.

Counselling

Per aumentare la consapevolezza delle comunità locali é stata anche organizzata una campagna di sensibilizzazione di massa in zone a forte prevalenza della malnutrizione infantile. Durante la campagna, una carovana ha attraversato 5 Aree di Salute per sensibilizzare le comunità sulle buone pratiche nutrizionali e igieniche e distribuire kit di igiene alle famiglie residenti.

Sono state organizzate 260 dimostrazioni nutrizionali che hanno coinvolto 12.148 donne e 1.900 uomini di 156 villaggi distribuiti in 25 aree di salute. Durante le sessioni dimostrative sono stati utilizzati prodotti locali (miglio, arachidi ed cowpeas) per promovere la diversificazione alimentare. Sulla base delle dimostrazioni nutrizionali effettuate sarà in seguito stampato un ricettario che sarà distribuito alle donne che frequentano le strutture sanitarie.

Per assicurare la durabilità delle attività di identificazione dei casi di malnutrizione COOPI ha messo in funzione 20 comitati di villaggio che operano in collaborazione con i Centri di Salute grazie a un fondo di solidarietà per la salute creato all’interno dei villaggi.