Niger: cucine migliorate per sostenere le donne e l'ambiente
14-05-2019 | di COOPI

Niger: cucine migliorate per sostenere le donne e l'ambiente

Tutti i giorni Z.B. deve fare i conti con gli effetti negativi del cambiamento climatico nel comune rurale di Soucoucoutane in Niger.

"Da più di 20 anni l'ambiente si è deteriorato, le piogge sono diminuite e gli alberi stanno scomparendo. Per cucinare, utilizziamo soprattutto la legna, che è sempre più difficile da trovare e per questo dobbiamo andare a cercarla sempre più lontano".

Con il sostegno del progetto "Miglioramento di resilienza climatica e sicurezza alimentare dei comuni rurali della Soucoucoutane e Dogonkiria (PARC-SASD)", finanziato dall'Unione Europea, stiamo realizzando cucine migliorate: uno strumento essenziale per ridurre il consumo di legna da parte degli abitanti di questi villaggi.

Z.B. e altre 19 donne sono state tra le prime volontarie a essere state formate sull'utilizzo delle cucine migliorate: oggi sono diventate formatrici a loro volta, supportando e insegnando alle loro compaesane come realizzare la propria cucina migliorata.

"Il metodo è piuttosto semplice e, soprattutto, molto economico. È sufficiente che le donne si procurino argilla e acqua. Successivamente, ci rechiamo direttamente a casa loro per formarle su come costruire la cucina. Creiamo una piccola camera di combustione circolare, che consente al focolare di mantenere più calore rispetto al metodo tradizionale e quindi di ridurre significativamente il consumo di legna (circa il 50% in meno NDR). Questa tecnica permette inoltre di ridurre il rischio di incendi domestici".

Anche D.T abita nel comune di Soucoucoutane e come Z.B. ha compreso fin da subito i vantaggi che può trarre dall'utilizzo della cucina migliorata. "Consuma meno legna e facilita la cottura", spiega D.T. "Adesso, con il tempo risparmiato dalla preparazione dei pasti e dalla ricerca della legna, posso dedicarmi anche ad altre attività".

L'iniziativa delle cucine migliorate ha visto una forte partecipazione da parte della popolazione: nel corso del progetto, ben 180 donne sono diventate promotrici e formatrici nei comuni rurali di Soucoucoutane e Dogonkiria e nei villaggi circostanti e altrettante 2460 donne hanno imparato come costruire cucine migliorate e preservarle nel tempo.