Sudan: 900 kit agricoli distribuiti nello stato di Kassala
08-08-2019 | di COOPI

Sudan: 900 kit agricoli distribuiti nello stato di Kassala

Nel mese di luglio 2019 è iniziata la fase di distribuzione di 900 kit agricoli nella zona di Koga, Sudan, denominata Rural Aroma, presso l’unica scuola del villaggio.

I beneficiari sono stati 112 contadini selezionati favorendo i soggetti più vulnerabili e maggiormente interessati a coltivare.

Tra loro c’è anche Ahmed, un agricoltore di Koga che racconta come spesso non è possibile eseguire le necessarie pratiche agricole per mancanza di attrezzi: “solitamente, se ho bisogno di una vanga o una zappa, devo chiederla in prestito ad altri contadini, ed camminare anche lunghe distanze per procuramela. A volte, però, Talvolta se non ci sono attrezzi disponibili, sono costretto a rinunciare a lavorare il campo, oppure devo utilizzare utensili tradizionali.

                                      

        Ahmed, agricoltore presso Koga      Osman, volontario durante la distribuzione

Adesso, grazie al kit agricolo distribuito da COOPI posso affrontare serenamente la stagione produttiva e in modo autonomo senza dover dipendere da altri”.

La distribuzione dei kit agricoli rientra tra le attività relative alla sicurezza alimentare nell’ambito del progetto “Promozione della resilienza al cambiamento climatico delle popolazioni più vulnerabili nello stato di Kassala", finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), con l’obiettivo di rafforzare i mezzi di sostentamento delle comunità rurali dello stato di Kassala, aumentando l’accesso all’acqua e migliorando la produzione e l’accesso al cibo.

Come racconta Giampaolo Pastorelli, capo progetto di COOPI a Kassala, “le distribuzioni sono avvenute in modo pacifico, con grande partecipazione delle comunità e dei loro leader locali che hanno facilitato le fasi di mobilitazione e di consegna dei kit ”.

   

Preparazione dei kit contenenti le sementi di sorgo

Oltre a contenere un’ascia, una vanga e un rastrello, i kit agricoli includevano anche sementi di sorgo.

Prosegue Pastorelli: “si tratta di semi ad alta capacità germinativa, ma con un ridotto fabbisogno idrico, ideale per le zone di intervento dove le precipitazioni di scarsa entità (circa 200 mm annui) si concentrano in pochi giorni.

La scarsa disponibilità di sementi, causata in parte da una conservazione errata e dal consumo di scorte per uso alimentare, rappresenta una criticità nel sistema agricolo dello stato di Kassala, soprattutto in prossimità dell’inizio della stagione agricola. I kit agricoli rispondono quindi all’esigenza di coltivare sorgo in terreni non irrigui, destinati sia per consumo domestico che zootecnico”.

COOPI è presente in Sudan dal 2004 dove, per favorire la sicurezza alimentare delle comunità, ha facilitato l’accesso di agricoltori e allevatori alle risorse naturali per la coltivazione e l’allevamento.

Foto credits: Giampaolo Pastorelli