Sudan. Adam: "Ora la mia famiglia ha acqua a sufficienza"
25-03-2020 | di COOPI

Sudan. Adam: "Ora la mia famiglia ha acqua a sufficienza"

Adam Ibrahim Adam, 47 anni e padre di 6 bambini (3 femmine e 3 maschi), è residente nel villaggio di Um Gedad, uno dei villaggi più remoti della località Rural Aroma, in Sudan e che ospita circa 600 famiglie. Adam è uno dei beneficiari del progetto “Promuovere la resilienza al cambiamento climatico delle popolazioni più vulnerabili nello stato di Kassala”, finanziato da AICS ed implementato da COOPI

Prima dell’intervento di COOPI, il villaggio di UM Gedad era costantemente in carenza di acqua a causa del malfunzionamento delle tubature. Adam spiega: “In quegli anni, trasportavo l’acqua dal fiume alla mia casa (distanti circa 2 chilometri l’uno dall’altro) ed utilizzavo un carretto trainato da asini che prendevo in prestito. La mia famiglia ed io facevamo a turni, poiché oltre a quest’attività dovevo lavorare nei campi e al mercato locale. I membri della mia famiglia, però, erano soliti andare a raccogliere acqua al mare ed ogni volta che lo facevano ero molto preoccupato, perché la strada che portava al mare era pericolosa e il rischio che avvenisse qualche incidente era alto”.

Adam con la figlia

Aggiunge: “Durante la stagione delle piogge, raggiungere il fiume era difficile. Per questo motivo, ho deciso di non fare più a turni con la mia famiglia, ma di andare personalmente tutti i giorni. Questa decisione ha fatto sì che a volte dovessi lavorare sia di giorno che di notte”.

L’intervento di COOPI è stato molto utile. “Lo scorso anno COOPI ha riparato le tubature ed installato dei pannelli solari. Inoltre, ha creato dei punti di raccolta per l’acqua vicino alle nostre abitazioni ed ha fornito nuovi carretti e abbeveratoi per i nostri animali”. 

“Ora la mia famiglia ha abbastanza acqua da bere, per cucinare, fare la doccia, lavare i vestiti e coltivare. Posso dedicare più tempo al mio lavoro nei campi. I rischi per la mia famiglia sono molto più bassi. Abbiamo stabilità, siamo sani e meno stanchi. Grazie COOPI per averci supportato!”

Adam con il figlio

Dal 2018, COOPI implementa diverse attività nel contesto del progetto finanziato da AICS, come la riabilitazione delle tubature, l’installazione di pannelli solari e la costruzione di punti di raccolta di acqua per animali ed umani. La stretta collaborazione con il governo e la compagnia nazionale delle infrastrutture è stata fondamentale. La compagnia nazionale ha una lunga esperienza, che è stata di utile a COOPI nel pianificare il suo intervento e nel raggiungere circa 1.700 beneficiari nel villaggio di UM Gedad.