Nord Darfur. Infrastutture sostenibili per la resilienza da El Nino
05-06-2020 | di COOPI

Nord Darfur. Infrastutture sostenibili per la resilienza da El Nino

Dighe realizzate con materiale innovativo, centri veterinari dotati di pannelli solari e latrine migliorate, banche dei semi gestite da Comitati: due progetti - “Mitigate the effect of El Niño for host and IDP Population in North Darfur State”, finanziato dall’Unione Europea e “Migliorare la coesistenza pacifica tra sfollati interni, rimpatriati e comunità di accoglienza e promuovere il reinserimento sostenibile dei rimpatriati e degli sfollati interni nelle località di Um Baru, Kornoi e Tina” finanziato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite (UNHCR) - hanno permesso di creare infrastrutture dotate di forte sostenibilità e capaci di generare un impatto positivo sulla vita di 44.000 persone.

Nelle zone remote di UmBaru e Kornoi, nel Nord Darfur, da dicembre 2017 ad oggi, COOPI ha realizzato diverse dighe in terra. La diga di Orshi è stata riabilitata nel 2019: oggi è possibile vedere i risultati e gli effetti positivi della sua costruzione negli 800 ettari di terreno limitrofi, coltivati a pieno regime e con produzione di cocomeri, pomodori, cetrioli, fagioli, okra e sesamo. La diga di Kerfu, riabilitata ad inizio 2020, e la costruzione della diga di Meski, costruita interamente tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, entreranno pienamente in funzione subito dopo la stagione delle piogge. Tutte le dighe sono state realizzate con materiali particolarmente innovativi per migliorarne le funzionalità.

Diga di Kerfu

COOPI ha inoltre costruito e/o riabilitato quattro centri veterinari. Tra questi anche il centro situato ad Abugambra, una zona totalmente isolata durante la stagione delle piogge e perciò bisognosa di tale servizio. I centri veterinari (VetPost) sono essenziali per le comunità pastorali, poiché mettono a disposizione trattamenti e cure per gli animali tutto l’anno e, quando possibile, la consulenza di esperti. Anche in questo caso, i centri sono stati realizzati in un’ottica ecosostenibile e quindi dotati di pannelli solari e latrine migliorate.

Centro veterinario Umbaru

Nell’ambito del settore agricolo, COOPI ha ultimato due vivai e due banche dei semi. Il loro ruolo è cruciale poiché permettono l’acquisto ed il commercio dei prodotti primari, sviluppando così un aumento della produzione e dei profitti. Per ogni banca dei semi è stato costituto uno specifico comitato di gestione che ha potuto partecipare a formazioni sulla gestione e l’impresa. I comitati saranno presidiati da un rappresentante ufficiale del Minsitero dell’Agricoltura e permetteranno non solo la vendita di semenza ma anche il prestito di semi agli agricoltori ai quali sarà richiesto di riconsegnare la stessa quantità, una volta terminato il raccolto.

Banca di semi Meski

Così come per le banche dei semi, anche per tutte le altre infrastrutture costruite, COOPI ha seguito la creazione e la formazione di Comitati di Gestione composti da abitanti locali, ed ha fornito le comunità con gli strumenti più adatti per garantire una gestione delle strutture efficace e sostenibile.

Il Nord Durfur è una delle zone maggiormente colpite dal fenomeno climatico di El Niño, causa di carenze di precipitazioni e siccità che portano a loro volta ingenti conseguenze sulla sicurezza alimentare delle comunità locali i cui mezzi di sussistenza sono per lo più l’agricoltura e l’allevamento. Grazie al progetto triennale finanziato dall’Unione Europea, COOPI ha migliorato e continuerà a migliorare la disponibilità di acqua e di risorse naturali con il fine di incrementare la produttività dei mezzi di sussistenza e l’aumento delle opportunità di reddito.