Sistema di allerta precoce: risposta a siccità e insicurezza alimentare ad Haiti
23-01-2020 | di COOPI

Sistema di allerta precoce: risposta a siccità e insicurezza alimentare ad Haiti

Dal 2014, le comunità della parte nord-occidentale di Haiti, tra cui i comuni di Bombardopolis e Baie de Henne, hanno perso mezzi di sussistenza e raccolti, a seguito di prolungate siccità e degli effetti catastrofici dell’Uragano Matthew.

Il rafforzamento della resilienza comunitaria e istituzionale e il miglioramento della gestione dei sistemi di allerta precoce (Early Warning System), in collaborazione con la Protezione Civile e il Centro Nazionale per la Sicurezza Alimentare, sono tra le principali attività del progetto finanziato dalla Commissione Europea (ECHO, Dipartimento per gli Aiuti umanitari e la Protezione civile), che COOPI implementa da giugno 2018, in consorzio con Oxfam, e del quale beneficeranno 30.000 persone.

Come spiega Ibrahim Hassan, Capo Progetto di COOPI: “Le comunità nel nord-ovest di Haiti vivono di agricoltura e di allevamento su piccola scala e l’esposizione a frequenti periodi di siccità compromette significativamente le attività agro-pastorali. Con la rivitalizzazione del sistema di allerta precoce, attraverso l'istituzione e il rafforzamento di meccanismi per la raccolta e condivisione di dati, le comunità e le autorità statali saranno in grado di elaborare tempestivamente piani di emergenza per la siccità.

I dati a supporto dell’adeguamento dei piani di emergenza nel breve, medio e lungo periodo si dividono essenzialmente in due categorie: da un lato, le informazioni di tipo idro-meteorologico (frequenza e intensità delle piogge, livelli di temperatura e umidità, flusso dei corsi d'acqua); dall’altro parametri HEA (Household Economy Approach), che analizzano i mezzi di sussistenza a disposizione della popolazione, in particolare le esigenze alimentari, necessari alla loro sopravvivenza.

Con il progetto “Migliorare la resistenza alla siccità e la risposta all'insicurezza alimentare delle comunità vulnerabili del bas Nord-Ouest e haut Artibonite ad Haiti”, che si concluderà a febbraio 2020, COOPI contribuirà a facilitare lo Stato haitiano nella raccolta e interpretazione di tali dati, potendo così dare una risposta rapida, appropriata e sostenibile.